Home Robot Adottare un robot: Sirelli dona nuova vita a oggetti dismessi e arrugginiti

Adottare un robot: Sirelli dona nuova vita a oggetti dismessi e arrugginiti

by Huro
Adotta un robot

Ha viaggiato in tutto il mondo senza mai fermarsi, inbattendosi nel fascino di culture e tradizioni sempre nuove. Dal Cairo a Barcellona, da Parigi a Copenhagen, Massimo Sirelli ha trovato oggetti dismessi e arrugginiti che meritavano una seconda possibilità. L’iniziativa “Adottare un Robot” è nata proprio in questo modo. Sirelli voleva raccontare la storia di ogni persona che nel bene o nel male aveva deciso di renderlo partecipe della propria vita anche solo con un bullone rovinato.

Oggi ammonta a oltre cinquecento il numero di robottini a cui Sirelli è riuscito a donare nuova vita. Riutilizzando ogni oggetto dismesso di cui conservava un ricordo, ha iniziato ad assemblare pezzo dopo pezzo creando piccoli automi dai nomi stravaganti e dalle funzioni più svariate. Da sempre appassionato di grafica e multimedia design, il suo intento è quello di unire arte e storia al fine di animare latta e acciaio. Adottare un robot ti farò guadagnare un compagno fedele che rallegrerà gli ambienti della tua casa!

Scrivi la tua motivazione per adottare un robot e portarlo subito a casa tua!

Ogni automa realizzato con cura e dedizione racconta una storia. I robottini creati da Sirelli conservano un’anima e un grande valore emotivo. Osservando il risultato finale, l’uomo decise di dare in adozione le “piccole creature” in modo che potessero trovare una casa accogliente. Non tutti, però, possono aggiudicarsi gli automi. È infatti necessario lasciare una motivazione valida e convincente sul sito adottaunrobot.com. Così facendo avrete la possibilità di portare a casa un vero e proprio robottino artigianale.

La fortuna di Sirelli non accenna a diminuire. Le sue creazioni, infatti, sono state sfruttate anche durante la realizzazione del film “Copperman” con Luca Argentero. Inoltre l’iniziativa “Adottare un robot” gli ha permesso di mostare i piccoli automi all’interno di mostre e workshop aperti al pubblico. I robot iniziano piano piano a fare parte della nostra vita quotidiana e il progetto di Massimo Sirelli lo conferma. Egli stesso, infatti, conserva uno dei simpatici automi e nel frattempo continua a sfruttare fantasia e creatività nei suoi laboratori di Catanzaro e Torino. E tu cosa aspetti? Adottare un robot è un’idea originale e innovativa che non puoi lasciarti scappare!

Consigliati per te

Lascia un Commento