Home Robot 3E-B18 è il robot per difficoltà motorie di Honda, presentato al CES 2018

3E-B18 è il robot per difficoltà motorie di Honda, presentato al CES 2018

by Huro
3E-B18

La soluzione innovativa della Honda in aiuto alle persone con difficoltà motorie

La Honda è una delle aziende leader a livello mondiale in quanto concerne la ricerca e la produzione nel campo della robotica. Sempre attenta alle necessità delle persone in difficoltà, l’azienda ha sviluppato e creato vari dispositivi ed apparecchi tecnologici per migliorare la vita delle persone.
Non si è smentita nemmeno quest’anno l’azienda nipponica e al CES di Las Vegas ha presentato i suoi 3E Robotics Concepts (Empower, Experience, Empathy), stupendo i presenti.

Le innovazioni presentate riguardano un progetto legato all’intelligenza artificiale ed alla mobilità individuale. Le soluzioni proposte si basano su diversi elementi:

  • 3E-A18 è un’assistente in grado di imitare le espressioni umane,
  • 3E-B18 è un veicolo monoposto adatto a brevi spostamenti e pensato per le persone con difficoltà motorie,
  • 3E-C18 è un veicolo adatto anche al trasporto di attrezzature,
  • 3E-D18 è un fuoristrada che si guida autonomamente.

3E-B18 aiuta le persone in difficoltà: il progetto è aperto a tutti

Tornando a 3E-B18, la casa giapponese si può dire che si è superata quando ha creato questo mezzo in grado di aiutare le persone che hanno problemi motori. Come anche gli altri tre prodotti sperimentali, 3E-B18 è frutto di un progetto “ad invito aperto”, ovvero che dà la possibilità alle altre aziende interessate di collaborare al miglioramento di questo dispositivo.

Questa creazione della Honda ha un sedile che si regola in altezza ed è progettato per rimanere a livello anche se il rullo sale o scende. Presenta un braccio su uno dei lati che termina con una rotella di controllo e dei pulsanti a sfioramento. Secondo le dichiarazioni rilasciate dall’azienda, grazie all’utilizzo del Mobile Power Pack il prodotto è utilizzabile anche in spazi ristretti.

[penci_video url=”https://www.youtube.com/watch?v=pyYIaaCo72o” align=”center” width=”” /]

L’aspetto interessante è proprio il fatto che l’azienda ha lanciato questo progetto aperto a tutti. Caratteristica che offre la possibilità di migliorare il 3E-B18 anche alle altre aziende. Una sorta di apertura verso un’unione che può dare grandi benefici alle persone.

Pensiamo per esempio ai sensori che potrebbero essere montati sull’apparecchio. Oppure ad altre funzioni altamente tecnologiche che permetterebbero di usare il prodotto anche alle persone con gravi problemi motori e ad altre fasce deboli. In futuro sicuramente si parlerà ancora di questa ottima idea. E forse sarà uno spunto anche per gli altri colossi che operano nel settore della robotica.

Consigliati per te

Lascia un Commento